Nel contesto delineato occorre aggiungere un ulteriore tassello. Tale fatto si verificò proprio quando il Congresso argentino e la stampa avevano posto sotto accusa il governo. Anche le affermazioni di chi ha scritto su trasporti di beni preziosi (di varia natura) appaiono deboli. Con l’amministrazione di Koennecke e con la gestione tecnica di Franczok si arrivò a costituire una rete di spionaggio che venne denominata ‘Bolívar’. A due passi troverai molti ristoranti, negozi e locali. Colonia, in un film la storia dell'enclave nazista in Cile. In tale categoria fu incluso il giornale ‘Argentinisches Tageblatt’. [117] Intervento del deputato Enrique Dickmann in: República Argentina, Congreso Nacional, Cámara de Diputados, Diario de Sesiones, sesión del 18 de mayo de 1938, pp. In seguito, l’operazione perse d’importanza perché il presidente Juan Domingo Perón accolse senza difficoltà esponenti del III Reich.[165]. [65] R.C. La sua missione fu quella di riorganizzare la rete di spionaggio nazista (S.D. Cámara de Diputados de la Nación, Diario de sesiones de la Cámara de diputados, Imprenta del Porvenir, Buenos Aires 1973, p. 2286. Nel 1937 la siccità e l’azione deleteria di sciami di locuste rovinarono le colture. cit., p. 68. [94] R.C. Trascorse gli ultimi anni di guerra fuori Berlino. Per creare un’alternativa alla scuola ‘Goethe’ di Buenos Aires, fondò nella stessa città il Colegio Pestalozzi (‘Pestalozzi Schule’) nel 1934. 1520-1980, Verlag Alemann, Buenos Aires 1981. Nel 1939, la società Staudt di Berlino acquistò una quota di minoranza della Bromberg & Company al fine di incrementare i rapporti commerciali tra la Germania e l’Argentina. Si ritiene improbabile, al riguardo, che tale politico abbia respinto l’offerta di tangenti (che la succitata ditta abitualmente elargiva). La amenaza nazi en la Argentina, 1931-1947, Sudamericana, Buenos Aires 1995, pp. In seguito, Darrè perse ogni ruolo significativo per alcune sue idee non condivise da Hermann Goering[154], da Hjalmar Schacht[155], dalla Banca del Reich. Premio Nobel per la Pace nel 1936. Quest’ultimo era sostenuto da circa quattromila persone, presenti a Buenos Aires e in zone dell’interno. [21] Nel movimento scoutistico vi potevano entrare i bambini tedeschi e quelli nati in Argentina da genitori tedeschi. In seguito, venne promossa in ambito locale la Gioventù Hitleriana (Hitler-Jugend, H.J.). Fin dall’aprile 1933, Hitler aveva vietato la circolazione di tale testata nel territorio tedesco. La Us Navy pretese (e ottenne) la consegna dell’U530, mentre l’equipaggio faceva perdere le proprie tracce. Si trattava di un dipendente della ditta Bromberg. Agli occhi degli Stati Uniti, infatti, l’Argentina si era mostrata poco propensa a schierarsi con gli Alleati, a differenza di altri Stati sudamericani[159]. Fu il capo della locale Legión Cívica Argentina (‘Legione Civica Argentina’)[71], e più tardi della Alianza de la Juventud Nacionalista (‘Alleanza della Gioventù Nazionalista’)[72]. L’11 giugno 1943 Himmler elogiò pubblicamente il lavoro che si stava svolgendo nel Paese sudamericano e assegnò a Becker l’onorificenza della Croce di Ferro. Nel 1939 la Festa del Lavoro venne organizzata in località interne del Paese. Nel contesto delineato, si inserì anche lo spionaggio nazista. [14] Era un ente parastatale della Germania hitleriana. Dopo la rottura delle relazioni diplomatiche tra l’Argentina e la Germania[146], avvenuta il 26 gennaio 1944, i rapporti forniti da Becker costituirono l’unica fonte di informazione per il governo tedesco. Newton, German Buenos Aires, 1900-1933. [121], Il 18 maggio 1938, durante i lavori della Camera dei deputati, il vice presidente Enrique Dickmann (1874-1955)[122], mise in allarme i suoi colleghi sui pericoli dell’infiltrazione ideologica nazista, e informò sui modi con i quali si cercava di manipolare i dipendenti delle aziende tedesche operanti in Argentina. …, op. Lo stesso generale Juan Pistarini (1882-1956)[52] fu insignito di una medaglia dalle autorità tedesche per aver svolto il ruolo di capo della missione per l’approvvigionamento di forniture militari a favore dell’Argentina. Più tardi, frequentò in Germania il liceo scientifico di Heidelberg, la facoltà di magistero a Godesberg e inoltre il King’s College di Wimbledon. Divenne segretario personale del presidente Juan Domingo Perón (1895-1974). [37] Eugenio Pacelli nacque a Roma il 2 marzo 1876. Nel 1936, cinque ufficiali tedeschi, rimossi a livello solo formale dalla Wehrmacht, vennero impiegati dal governo argentino. Nel giugno 1941 venne rieletto presidente del Circolo Militare della capitale il generale Basilio Pertiné (1879-1963)[56]. Tutti questi centri si ispiravano ‘allo spirito tedesco’. [148] Si diplomò presso l’Istituto Coloniale Tedesco (Deutsche Kolonialschule für Landwirtschaft, Handel und Gewerbe) a Witzenhausen. Malgrado un accentuato investimento economico, mirato a diffondere messaggi a sostegno del III Reich, il regime nazista e i suoi sostenitori riuscirono a essere presenti soprattutto in giornali cittadini di minore importanza, e nei media meno rilevanti delle province. Dal 1913 la società fu presente anche in Argentina. Indossavano uniformi argentine. Fondato nel 1930, inaugurato nel 1932 e pienamente operativo dal 1934. Nel dicembre 1935 si occupò anche del progetto Lebensborn. Il Vaticano e la fuga dei criminali nazisti, Mursia, Milano 2015. [76] ‘Argentinisches Tageblatt’ venne fondato a Buenos Aires nel 1874. [104] Il primo numero di ‘El Pampero’ uscì il 4 novembre 1944. Fondò il Partido Socialista de la Revolución Nacional. A metà 1936 venne istituita una Comisión de Cooperación Intelectual (‘Commissione di Cooperazione Intellettuale’), integrata da diciannove personalità argentine filo-tedesche. Carlos Ibarguren (1877-1956) ricevette l’incarico di consulente legale del Banco de la Nación. P.L. [58] Alberto Barceló (1873-1946) fu deputato e senatore nazionale, esponente del partito di Avellaneda. Cfr. Aveva contatti ai più alti livelli del governo argentino. In occasione di un suo viaggio in Germania (1941), agenti dei servizi segreti del III Reich gli affidarono il compito di trasmettere a Berlino rapporti sulla situazione finanziaria argentina. Quest’ultimo, lo incaricò di elaborare un programma agrario per il partito nazista. 67,69,109,110,111 Fu diretto da Enrique Osés (1899-1954),antisemita. Fu poi deputato nazionale (la Camera lo elesse presidente nel 1934). [143] Venne alla fine scoperta nell’agosto 1944 dal capo de Coordinación Federal. M. Vidal, Heil Edén!…, op. Adolfo Mujica jr.: figlio del professor Adolfo Mujica (1868-1922), fu un dirigente conservatore che per un breve periodo di tempo fu ministro degli Esteri e del Culto durante la presidenza di Arturo Frondizi (1908-1995). Includeva una serie di princìpi che regolavano il lavoro dei coltivatori diretti. L’aereo che portava la cancelliera tedesca Angela Merkel al G20 di Buenos Aires, partito da Berlino, ha dovuto compiere un atterraggio d’emergenza a Colonia, a causa di problemi tecnici. Quest’ultima ebbe pure un ramo femminile: la Società delle Fanciulle Tedesche (Bund Deutscher Mädel, B.D.M. Per quanto riguarda l’anti-cattolicesimo nazista, Dickmann spiegò (sessione Camera dei Deputati 18 maggio 1938) che il nazismo identificava il regno del Dio dei cattolici con il dominio dei giudei. Durante gli anni della seconda guerra mondiale, un certo numero di stazioni radiofoniche, tra cui ‘Radio Prieto’[107], ‘Radio Splendid’[108], ‘Radio Callao’[109], ‘Radio Cultura’[110], ‘Radio Stentor’[111], cominciarono a trasmettere programmi direttamente da postazioni argentine. La situazione descritta non trovò in genere ostacoli, tranne l’opposizione di alcuni organi di stampa. Ostelli a Colonia tedesca: consulta le tariffe Questa sera 16 ott - 17 ott Cerca i prezzi a Colonia tedesca per stasera, 16 ott - 17 ott Domani sera 17 ott - 18 ott Cerca i prezzi a Colonia tedesca per domani notte, 17 ott - 18 ott Questo fine settimana 16 ott - 18 ott Cerca i prezzi a Colonia tedesca per questo weekend, 16 ott - 18 ott [136] Organizzazione tecnica. ... Trama. [106] J. Saborido, El antisemitismo en la Historia argentina reciente: la revista Cabildo y la conspiración judía, Universidad de Buenos Aires, Buenos Aires 2004. http://web.archive.org/web/20111203140758/http://www.ucm.es/BUCM/revistas/ghi/11328312/articulos/RCHA0404110209A.PDF. [40] Il disegno del diplomatico non ebbe seguito. Quest’ultimi erano licenziati.[124]. 8-9; J.C. Mendoza, La Argentina y la swástica, Victoria, Buenos Aires 1941, pp. Castex e il presidente Castillo. A Colonia. Tra questi: Roosevelt es judìo (‘Roosevelt è un ebreo’; di Gustavo Barroso[115]), edito nel 1938. Colonia, quarta città tedesca per numero di abitanti, è celebre per il suo imponente duomo in stile gotico, indiscusso simbolo della città e monumento più visitato di tutta la Germania.L’altra grande sua attrazione è… la Kölsch!. A rappresentare il Papa fu inviato come cardinale legato il Segretario di Stato vaticano cardinale Eugenio Pacelli[37], futuro Pio XII[38]. R.C. Quest’ultimo gli aveva fornito un notevole apporto finanziario. [162] Nel parco provinciale di Teyù Cuarè (‘Grotta della lucertola’, in lingua guaranì). [47] La madre del generale Carlos von der Becke apparteneva alla nobile famiglia dei von Helbig di Slesia. Non ottennero appoggio da quotidiani quali ‘La Prensa’ o ‘La Nación’ che si mantennero su posizioni filo-alleate. Scegli tra più di 5 alberghi, leggi e confronta 194 recensioni, prenota & risparmia con Expedia! Coinvolto in un omicidio, fuggì in Paraguay. Nel 1937, lo Stato Maggiore argentino autorizzò i generali Rodolfo Martínez Pita[46], Carlos von der Becke (1890-1965)[47], Armando Verdaguer (nato nel 1880)[48] e Francisco Reynolds (nato nel 1852), a farsi fotografare in una cerimonia nazista. Gli ultimi tre sopravvissuti alla schiavitù di una colonia nazista in Brasile, stanno chiedendo al governo del paese sudamericano risarcimenti e scuse ufficiali. Von Thermann cercò pure di favorire negli ambienti militari argentini un’attenzione verso il nuovo esercito tedesco. Per tale motivo, l’ambasciatore operò in modo: 1) da promuovere visite di ufficiali argentini presso le unità della Wehrmacht, 2) da facilitare un inserimento di ufficiali argentini nelle unità dell’esercito nazista, 3) da consentire la presenza di ufficiali argentini in veste di osservatori in ambienti militari. 44-50. Poteva contare su circa duemila membri distribuiti in settanta zone urbane. Durante gli anni Trenta si diffuse tra i membri dell’esercito una corrente fortemente nazionalista. Si voleva trasmettere l’immagine di un Paese unito e disciplinato, gerarchico e composto da più ceti sociali, capace di sviluppare una politica non dipendente da Paesi esteri. [153] Nel 1920 terminò gli studi di amministratore coloniale. [161] Nel trascorrere del tempo i fatti legati all’U530 e all’U977 hanno costituito materia per molteplici dibattiti. Raccontò, ad esempio, che i militari argentini collegati all’ambasciata tedesca a Buenos Aires ricevettero vantaggi nell’affidare ad aziende tedesche una serie di commissioni per l’acquisto di armi o di altro materiale bellico. cit., pp. [123] NSDAP: Nationalsozialistische Deutsche Arbeiterpartei (Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori). C. Solberg, Immigration and Nationalism, Argentina and Chile 1890-1914, University of Texas Press, Austin 1970. Registrazione n° 285 Tribunale di Milano 11/05/2001 Nel 1874, un immigrato tedesco, Hermann Markas, lo rinominò ‘Deutsche La Plata Zeitung’. [151] Nel 1933 ricevette la nomina a Reichsbauernführer (‘Capo dei contadini del Reich’). [29] La Sociedad Alemana de Beneficencia ricevette la personalità giuridica il 23 aprile 1917. Dalle parole di Justo comprese che non occorreva più individuare una strategia per coinvolgere le forze armate argentine. Per un non breve periodo di tempo diversi storici hanno descritto l’interazione che avvenne tra il III Reich e l’Argentina, focalizzando in prevalenza gli anni della seconda guerra mondiale e il periodo immediatamente successivo (quando molti ex-nazisti fuggirono dall’Europa per raggiungere le terre dell’America meridionale). Per Berlino tale politica era un mezzo per non finanziare giornali sgraditi al regime. [68] Pedro Pablo Ramírez (1844- 1962) fu presidente dell’Argentina dal 7 giugno 1943 al 24 febbraio 1944. C’è chi si è spinto ad affermare che tali missioni navali avevano anche il segreto compito di condurre in Argentina gerarchi nazisti e persone a loro vicine (Hitler, Eva Braun, Bormann). Guiducci, Oltre la leggenda nera. la svastica) e i ritratti di Hitler. Nel 1930 seguì il testo: Neuadel aus Blut und Boden (‘La nuova nobiltà di sangue e suolo’). [39]Sugli scontri tra le autorità del Vaticano e il regime nazionalsocialista tedesco cfr. Di tale vulnerabilità ne approfittò il movimento nazista. La sua politica fu segnata da un’impronta autoritaria. [13]H. A. Jacobsen, Nationalsozialistische Aussenpolitik, 1933-1938, Alfred Metzner Verlag, Frankfurt1968, pp. 16 luglio. Il governo della cancelliera Angela Merkel, come riporta l’Ansa, ha deciso di rendere pubblica in anticipo la storia dell’insediamento tedesco in Cile Colonia Dignidad, oggi conosciuto anche come Villa Baviera. Nel 1919 arrivò a ricoprire il ruolo di vice-presidente della provincia di Buenos Aires (carica confermata nel 1922). Von Thermann ne fu soddisfatto. In particolare, i rapporti di partenariato tra le scuole tedesche e quelle argentine vennero realizzati per consentire ai giovani di continuare le loro attività culturali al termine degli studi. Quando a metà del 1939 il partito venne sciolto, per una probabile pressione del governo argentino, i membri erano divenuti 1635. Il fondatore e primo direttore fu Francesco Uriburu (figlio; 1872- 1940). [32] La provincia di Misiones ha come capoluogo Posadas. [71] La Legión Cívica Argentina venne fondata a Buenos Aires il 6 dicembre 1930. coloni del Volga, nonostante le difficoltà, facevano dei progressi. - trivago Thompson, Germans and Japs in South America, Faber&Faber, London 1942. [163] Si tratta di una struttura tipica dell’ingegneria europea. La Graf Spee procurò danni alle navi britanniche (mise praticamente fuori uso l’incrociatore pesante) ma fu anche seriamente colpita. Hotel vicino Colonia Tedesca? Il comandante (tenente di vascello Otto Wermuth, nato nel 1920) e l’equipaggio si fecero catturare dagli argentini. I. Klich, Sobre nazis y nazismo en la cultura argentina, Ediciones Hispamérica, Buenos Aires 2002. Newton, El cuarto lado del triángulo…, op. Questa pubblicazione, apertamente antisemita, denunciò una presunta cospirazione sionista mondiale e incolpò i giudei argentini della violenza legata alla guerriglia, sostenendo diffusi stereotipi e teorie di presunte cospirazioni giudaiche mirate a fondare organizzazioni marxiste.[106]. [90] Nel corso del 1920 l’ex-socialista Leopoldo Lugones (1874-1938) divenne un sostenitore del fascismo e coinvolse nella sua visione politica diversi intellettuali argentini. 59-60. 500-504. Divenne in seguito governatore della provincia di Buenos Aires (18 febbraio 1936). I programmi furono trasmessi a Buenos Aires, Lima, La Paz. Il 17 agosto 1945 fu segnalata alle autorità argentine la presenza in acque territoriali di un secondo sommergibile tedesco, l’U977. cit., p. 76. [155] Hjalmar Schacht (1877-1970): economista, presidente della Reichsbank, ministro dell’economia nella Germania nazista dal 1935 al 1937. In estate, splendide spiagge come la Playa Bonita e Villa Tacul accolgono frotte di turisti e anche qualche coraggioso bagnante, in quanto le acque dei laghi sono sempre piuttosto fredde: il lago Nahuel Huapi ha una temperatura media di 14 °C in estate. [120] Carlos Saavedra Lamas (1878-1959). Authoritarian Argentina. )[82], che aveva più sedi in Germania, vennero preparati (e fatti pubblicare nelle diverse aree argentine) articoli filotedeschi in spagnolo. [112] La Siemens-Schuckertwerke (anche abbreviato Siemens-Schuckert) costituì un’industria elettrotecnica con fabbriche a Berlino, Erlangen e Nürnberg, che il 1º ottobre 1966 divenne la Siemens AG. [28] Si estende nella pianura del Chaco Austral, a sud del Rio Bermejo. [52] Juan Pistarini fu ministro delle Opere Pubbliche, della Marina, dell’Agricolturae degli Interni di vari governi durante il periodo 1930-1940, e vice-presidente di Edelmiro Julián Farrel (1945-1946). 10,49,50,70. Queste, dovevano essere attaccate con ogni mezzo disponibile, incluso il boicottaggio economico (gli inserzionisti non dovevano far pubblicare annunci a pagamento), e la trasmissione di informazioni false (tali da indebolire la credibilità delle testate giornalistiche). I dipendenti delle istituzioni succitate erano anche tenuti a mandare i figli in scuole tedesche, pena il licenziamento. Insieme a ciò, i tedeschi trovarono pure il modo di interferire nelle trasmissioni radio inglesi, francesi e statunitensi. All’inizio fu un giornale satirico anti-governativo. La principale stazione sciistica si trova presso il Cerro Catedral. [86] ‘Caras y Caretas’ fu un settimanale che venne pubblicato tra il 1898 e il 1941. A biographical dictionary,Greenhill Books, London 1999. [128] Tra il 1919 ed il 1933. Newton, El cuarto lado del triángulo…, op. Su questo periodo, fornì una serie di dati von Thermann, durante gli interrogatori a cui venne sottoposto nel dopoguerra[51]. Ciò si rivelò molto utile per sostenere i membri del partito nazista. [32] Situata a nordovest dell’Argentina, confina a ovest con la Repubblica del Paraguay da cui è separata dal fiume Paraná. Uno di questi fu la Deutsche Arbeitsfront, D.A.F. [66] [61] ‘La Fronda’ fu un periodico di orientamento nazionalista, iniziò le sue pubblicazioni in Argentina il 1º ottobre 1919. La città è famosa anche per la produzione di cioccolato. cit., p. 158. Si trattava delle seguenti pubblicazioni: ‘La Provincia’ (nella città di Salta, capitale dell’omonima provincia[83]), ‘Restauración’ (nella città di Victoria, provincia di Entre Ríos), ‘La Voz del Chaco’ (periodico stampato a Resistencia, capitale della provincia del Chaco), ‘El Día’ (nella provincia di Jujuy), ‘La Opinión’ (Balcarce, provincia di Buenos Aires), ‘El Imparcial’ (San Carlos de Bolívar, provincia di Buenos Aires), e ‘El Atlántico’ (edito a Bahía Blanca, provincia di Buenos Aires). [39] L’ambasciatore intendeva anche ribaltare l’immagine anticlericale del regime nazista (che costituiva motivo di ampie riserve presso più settori politici del Paese). Cfr.anche: Argentina. Nella realtà quasi nessuno è riuscito a uscire vivo da Colonia. [160] B. Rainer – H.J. Qui, dalla metà del 1930, i membri del partito nazionalsocialista cominciarono ad attivarsi per istituire un proprio ufficio a Buenos Aires. In tale occasione venne approfondito il tema: ‘La regalità sociale di Cristo per mezzo dell’Eucaristia’. O. Gaudig- P. Veit, Der Widerschein des Nazismus: das Bild des Nationalsozialismus in der deutschsprachigen Presse Argentiniens, Brasiliens und Chiles 1932-1945, Wissenschaftlicher Verl., Berlin 1997.