convenzione di Berna. Nell’Italia settentrionale e nella Francia meridionale il marasso vive sia nelle zone umide che in alta quota. Nel frattempo è bene non tagliare, succhiare o massaggiare la ferita nel vano tentativo di far fuoriscire del veleno. Prima dell’accoppiamento il marasso maschio corteggia la femmina strisciandole vicino. I piccoli nascono già dotati di veleno ma restano comunque con la madre per qualche giorno dopo la nascita. Queste sono i più famosi, ma non unici come vedremo, serpenti velenosi italiani. Il marasso (Vipera berus), frequente nell'Italia settentrionale. Il marasso, nome scientifico Vipera berus, appartiene alla famiglia Viperidae ed è una delle 4 specie di viperediffuse in Italia. Vipera berus, the common European adder or common European viper, is a venomous snake that is extremely widespread and can be found throughout most of Western Europe and as far as East Asia. La coppia rimarrà insieme per un paio di giorni dopo l’accoppiamento. ; la vipera dal corno (Vipera ammodytes), rinvenibile in un range altitudinale compreso tra 20 e … La vipera dell'Orsini (Vipera ursinii), presente solo sull'Appennino Abruzzese e Umbro-Marchigiano, è … Il suo veleno può presentare delle neurotossine, ma poco significative dal punto di vista clinico. Contro il veleno della Vipera berus esistono ben 8 antidoti diversi, a seconda della nazione in cui ci si trova. Femelele sunt mai mari decât masculii. Non è un caso che le persone che sono state morse da questa vipera o l’hanno calpestata per sbaglio o stavano cercando di prenderla. Il marasso (Vipera berus (Linnaeus, 1758)) è un serpente della famiglia Viperidae diffuso in Eurasia.[2]. Le femmine sono solitamente marroncine con motivi marroni scuri, i maschi sono grigi con motivi neri. Gli esemplari più grandi di questa specie sono stati trovati in Scandinavia e misuravano 104 cm. e; capo subtriangolare, ben distinto dal tronco In presenza di sintomi gravi è necessario intervenire con l’antidoto per evitare la morte che può sopraggiungere entro due giorni per insufficienza cardiovascolare. Nelle regioni dell'Europa meridionale, inclusa l'Italia, si può trovare sia nelle terre basse e umide sia ad altezze elevate, nelle Alpi svizzere può giungere fino a 3000 m di altitudine. I sintomi locali del morso di una Vipera berus sono un forte dolore, gonfiore, lividi estesi, formicolio e, molto raramente, necrosi. Caractere morfologice. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Vipera berus tien una amplia distribución en Eurasia; la so área de distribución inclúi'l noroeste d'Europa (Gran Bretaña, Escandinavia, Países Baxos, Bélxica, Alemaña, Austria, Francia), el sur d'Europa (norte d' Italia, Albania, Croacia, Macedonia, Bulgaria, y el norte de Grecia), Europa del Este (inclusive les zones al norte del círculu polar árticu), Rusia (hasta l'Océanu Pacíficu), isla de Sajalín, Corea del Norte, el norte … I piccoli di solito nascono all’interno di un involucro trasparente dal quale devono liberarsi. I sintomi più gravi, di solito dovuti ad una reazione allergica, possono comparire 5 minuti dopo il morso ma anche diverse ore più tardi. Le persone più a rischio per l’attacco di un marasso sono i bambini, gli anziani e tutti i soggetti allergici o con patologie preesistenti. Se la femmina scappa il maschio la insegue. Sui lati del corpo il marasso presenta una serie di macchie rotonde, dello stesso colore del motivo dorsale. La vipera aspis vive principalmente nelle zone collinari e montuose. Queste quattro specie … Il marasso (Vipera … Durante il combattimento tuttavia non si mordono a vicenda. Alla nascita misurano 20 centimetri e sono in tutto e per tutto uguali agli esemplari adulti. È diffuso in tutta l'Europa occidentale, inclusa la Gran Bretagna e la Fennoscandia, e si trova anche in Albania, Bulgaria, e Grecia settentrionale, nell'Europa orientale a nord fino al circolo polare artico, e verso oriente fino all'oceano Pacifico la Corea del Nord, l'isola di Sakhalin, la Cina e la Mongolia settentrionali. La sua alimentazione si basa comunque prevalentemente sui piccoli mammiferi, i topi e le lucertole. La Vipera berus, noto anche con il nome di marasso, è un viperide molto comune nell'Italia settentrionale. Praticate una fasciatura a pressione per rallentare la circolazione linfatica e, se possibile, steccate la parte morsa per tenerla il più immobile possibile. Coada însă, raportată la lungimea corpului, este mai lungă la mascul. Common European viper (also common adder, Vipera berus) seen close to the summit of Cima di Monte Bolza while descending. Nonostante il suo morso sia doloroso, è la meno velenosa. Il marasso è anche l’unica specie di serpente velenoso autoctona della Gran Bretagna. Testa di Vipera berus, con in evidenza la pupilla verticale, Due varianti di colore della Vipera berus, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Vipera_berus&oldid=110459877, P1417 multipla letta da Wikidata senza qualificatore, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Marasso (Vipera berus) E’ una delle specie di vipere più grande. Gli esemplari maschi sono solitamente più piccoli e con la coda più lunga. La Vipera berus non è un serpente aggressivo, morde soltanto se ci si vede costretto. In Italia sono presenti 18 specie di serpenti, tra queste solo 5 appartengono al genere Vipera, e sono: Vipera ammodytes, Vipera aspis, Vipera berus, Vipera ursinii e Vipera walser. Vipera berus are o lungime între 50 – 70 cm, în cazuri de excepție putând atinge lungimea de 90 de cm. Il marasso vive in diversi tipi di habitat. Nel nostro Paese sono presenti 3 sottospecie: sulle Alpi è diffusa la Vipera Aspis Atra, che presenta una colorazione quanto mai varia, che va dal nero al beige al rosso mattone, il più delle volte con disegni dorsali scuri molto evidenti. Questa specie è inclusa tra le specie protette (Appendice III) nella Può arrivare a misurare 90 cm e il colore del corpo può andare dal grigio al marrone scuro. in cases of phlebitis and varicosis is "worse on letting the limb affected hang down," as if it would burst with fullness. La Vipera Aspis è diffusa solo in Francia, Svizzera e Italia. E’ lunga in media intorno agli 80 centimetri e come tutte le vipere ha la testa triangolare ben distinta dal resto del corpo, il muso squadrato e all’insù. La Vipera aspis preferisce le Alpi e gli Appennini, cerca luoghi caldi e asciutti e può considerarsi una di quelle più pacifiche e più che aggredire, fugge se molestata. Questa vipera predilige le colline rocciose, le brughiere, i prati, le radure soleggiate, le siepi e le dune costiere. La vipera dal corno è la specie più pericolosa presente in Italia ed è diffusa in particolare nelle regione del nord-est. Le nidiate sono composte da 3 a 20 piccoli. Comunque anche in Svezia può svegliarsi dal letargo nei giorni invernali più caldi ed emergere dalla neve. In Italia sono presenti 18 specie di serpenti, tra queste solo 5 appartengono al genere Vipera, e sono: Vipera ammodytes, Vipera aspis, Vipera berus, Vipera ursinii e Vipera walser. Il suo morso, che può essere molto doloroso, non è considerato pericoloso per l'uomo e raramente si configura mortale, tuttavia richiede un soccorso immediato. The specimen was some 25cm (10 inches) long and barely able to move due to cold wind. Sulle Alpi svizzere sono stati avvistati esemplari di questa specie a 3.000 mt di altitudine. Secondo l’Università La Sapienza di Roma, ogni anno in media si verificano 257 morsi di vipera con 1 mortale. Vipera affects the blood and blood-vessels, conducting to hemorrhage and inflammation of the vessels themselves. Vipera Berus (o marasso palustre): Diffusione: principalmente nel nord Italia è diffusa in montagna e la si può trovare anche in acqua. ress_js("https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"); Di solito l’accoppiamento ha luogo tra aprile e maggio. A differenza della maggior parte dei serpenti, il colore della Vipera berus cambia a seconda del sesso. Il marasso, nome scientifico Vipera berus, appartiene alla famiglia Viperidae ed è una delle 4 specie di vipere diffuse in Italia. Il loro aspetto è tozzo, la colorazione è di solito bruno-rossiccia, al più grigiastra. E’ presente soprattutto in Italia centrale, diffuso sul Gran Sasso. Vipera berus, [3] [4] a víbora europea común, é unha especie de víbora, serpe velenosa que está moi estendida xeograficamene e pode encontrarse pola maior parte de Europa occidental e desde alí chega ao leste de Asia. Lungo 50-90 cm, ha una caratteristica fascia scura longitudinale a ghirigori, lungo tutto il dorso, fiancheggiata d’ambo i lati da una serie di macchie scure più piccole. La lista rossa IUCN non ritiene questa specie in estinzione ma riconosce una lenta ma costante riduzione del numero di questi animali. Il marasso (Vipera berus (Linnaeus, 1758)) è un serpente della famiglia Viperidae diffuso in Eurasia.. Il suo morso, che può essere molto doloroso, non è considerato pericoloso per l'uomo e raramente si configura mortale, tuttavia richiede un soccorso immediato. Se la nascita dei piccoli avviene a basse altitudini, il numero di neonati sarà circa di 10, se avviene in montagna sarà compreso tra 4 e 6. I maschi sono disposti a percorrere grandi distanze per trovare il maggior numero di femmine disposte ad accoppiarsi (molte di esse non sono più fertili). (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La sua lunghezza media si aggira tra i 55 ed i 60 cm. Questo nome, d’origine celtica, deriverebbe da un’arma e precisamente dalla contrazione di “madarasso”, del latino “mataris”, il giavellotto usato contro i Romani dagli antichi Galli. Queste sono i più famosi, ma non unici come vedremo, serpenti velenosi italiani. Evitate di metterci sopra delle pomate e di prendere dei medicinali che potrebbero alterare i sintomi rendendo difficile una diagnosi. Il periodo di letargo dipende dalla regione, da circa 150-180 giorni in Gran Bretagna fino a 8-9 mesi in Svezia. Questi serpenti si riproducono una volta ogni 2 anni o ogni 3 anni se il clima è estremamente rigido. di Serpente Viperide ampiamente diffuso in Eurasia, esclusa la fascia tropicale; presente in Italia centro-settentrionale. Per decidere chi ha il diritto di accoppiarsi, gli esemplari maschi si sfidano in combattimento. Si fronteggiano con la parte anteriore del corpo alzata in un sinuoso movimento ondulatorio, cercando di spingere la testa dell’avversario a terra. Sono animali piuttosto schivi e quando identificano un pericolo cercano di nascondersi. La vipera dal corno è la più pericolosa per l’uomo, tra le vipere osservate in Italia, anche se l’animale è timido e tende alla fuga in presenza di pericoli. Vipera Ammodytes o vipera del corno È presente nel nord-est Italia. I denti veleniferi della Vipera berus hanno una lunghezza media compresa tra i 3 mm ed i 5 mm. Le femmine, ovovivipare, trascorrono il tempo a termoregolarsi in modo da riscaldare gli embrioni presenti all'interno del corpo; solo durante il parto ritornano nei luoghi invernali. Il marasso riesce ad arrampicarsi su cespugli e arbusti quindi, quando ne ha l’occasione, mangia anche uccelli e uova. Il marasso è un serpente prevalentemente diurno ma può essere attivo anche di notte nei mesi più caldi o nelle zone più a sud. L'aspide o vipera comune (Vipera aspis), la più comune, diffusa su tutto il territorio, tranne in Sardegna. La specie appena scoperta popola le valli sopra Biella, nel Piemonte orientale, e non è molto diversa dal marasso (Vipera berus). La Vipera berus vive in Albania, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Cina, Corea del nord, Croazia, Francia, Galles, Germania, Svizzera, Grecia, Inghilterra, Isola di Sakhlin, Italia, Macedonia, Mongolia, Montenegro, Russia, Scandinavia, Scozia e Serbia. Il letargo del marasso dura dai 5 ai 9 mesi, a seconda della zona in cui vive. Possiede un corpo piuttosto grosso, gli adulti (maschi) crescono fino a circa 50–60 cm di lunghezza, le femmine sono leggermente più lunghe, circa 60–80 cm. Vipera di Walser (Vipera walser, Ghielmi et al. Cele mai mari exemplare au fost întâlnite în Europa de nord, Finlanda (94 cm), Suedia (104 cm). Adulții au o lungime totală de 40–50 cm, deși au fost raportate exemplare de 63–80 cm. Vipera berus bosniensis – HARDING & WELCH 1980 CARATTERISTICHE Il marasso è la più grossa vipera Italiana: la lunghezza del corpo, in genere 70cm, può arrivare a sfiorare il metro d lunghezza (le femmine sono in genere più grandi dei maschi), e lo spessore del tronco è … Se si viene morsi da un marasso è comunque buona norma recarsi in un ospedale. Pur non essendo un serpente particolarmente velenoso c’è sempre il rischio di anafilassi. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Crotalo Tigre – Crotalus tigris Il crotalo tigre, in latino Crotalus tigris, è un serpente …, Animali Velenosi © Copyright 2021, Tutti i Diritti Riservati, Aspidelaps lubricus – Serpente Cape Coral, Androctonus amoreuxi – Scorpione Nordafricano, Androctonus bicolor – Scorpione nero dalla coda spessa, Tarantola tigre ornata – Poecilotheria ornata, Missulena bradleyi – Ragno topo orientale. Nonostante la sua larga diffusione, il marasso è protetto dalla Convenzione di Berna. Le pupille sono verticali e la coda è corta e tozza. Quando si viene morsi da una vipera i sintomi includono dolore acuto, che si diffonde molto velocemente, seguito da gonfiore ed ecchimosi. Il bordo del muso presenta spesso una specie di cresta che lo rende sporgente. La dieta della Vipera berus varia a seconda della zona in cui vive. Femela este mult mai mare ca masculul care nu depășește de regulă lungimea de 60 cm. Il corpo di un marasso è piuttosto largo ed il suo peso può variare tra i 50 gr ed i 180 gr. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 28 gen 2020 alle 14:27. Distribuzione delle vipere in Italia. Dintre cele trei specii de vipere (singurii serpi veninosi de la noi) - Vipera berus este cea mai raspandita. La Vipera Berus, meglio conosciuta come marasso, è un serpente velenoso abbastanza piccolo.I maschi arrivano a misurare 55-60 cm, gli esemplari femminili sono mediamente di 5-10 cm più lunghi. La Vipera berus dà alla luce i suoi piccoli tra agosto e settembre. In Italia sono presenti tre sottospecie di vipera comune, tra cui la vipera aspis atra, diffusa soprat… In Italia ci sono 4 specie di vipera: Vipera ammodytes (vipera dal corno), Vipera berus (marasso), Vipera aspis (vipera comune) e Vipera ursinii (che è la più misconosciuta e di conseguenza non ha un nome popolare a parte “vipera dell’Orsini”). La maturità sessuale avviene per i maschi a 4 anni, un anno più tardi per le femmine. È una specie diurna, specialmente nelle regioni settentrionali, mentre nelle regioni meridionali può essere attiva anche la sera e la notte durante il periodo estivo. La caratteristica distintiva è il corno presente sulla punta del muso.